I Parklet per ripartire coniugando
economia, sostenibilità e sicurezza

Per i nuovi scenari della fase due, abbiamo segnalato all’Amministrazione comunale una opportunità commerciale per coniugare il rilancio dell’economia di prossimità, quella del centro urbano, con la sicurezza dovuta al distanziamento fisico

  • Al Comune di Pescara
  • Alle associazioni di categoria

L’esplosione della pandemia ci ha fatto comprendere quanto sia importante la gestione dello spazio pubblico, sia in termini di risorsa fisica sia economica e sociale. Lo spazio è in effetti il bene più caro e prezioso che abbiamo in città.  A Pescara 1 mq può arrivare a costare anche 5000 euro. Oggi con l’esplosione del contagio lo spazio da usare collettivamente è anche il vero antidoto contro la diffusione del virus in alternativa agli interventi di limitazione delle libertà individuali. Tra le misure che un’amministrazione comunale che voglia responsabilmente pianificare il cosiddetto ritorno alla normalità deve necessariamente prendere in considerazione vi è una efficiente e democratica gestione degli spazi di uso collettivo. Sinora, vale a dire sino al 31 gennaio 2020, abbiamo seminato nelle vie cittadine la monocultura automobilistica, riservando alle auto i più pregiati spazi cittadini. Basti pensare all’area di risulta, che Coalizione Civica per Pescara preferisce chiamare “parco centrale” o a piazza Primo Maggio. La proposta di masterplan della Porta Nord destina l’area ex-ENAIP a parcheggio. Questa monocultura rende difficile ed insalubre la vitalità (sociale ed economica) della maggior parte delle piazze e vie cittadine. Abbiamo oggi la grande occasione di restituire questo spazio alle persone e alle attività commerciali e associative, partendo da una misura molto semplice: riconvertire la superficie di parcheggio antistante un negozio o altra attività economica in uno spazio fruibile tramite i cosiddetti PARKLET. Cosa sono? Si tratta di spazi solitamente installati su corsie di parcheggio che utilizzano diversi posti auto estendendosi in genere dal livello del marciapiede fino alla larghezza del parcheggio adiacente. Questa estensione dell’area pedonale offre alle persone un posto dove fermarsi, sedersi a consumare cibo di strada o utilizzare altri servizi. Coalizione Civica per Pescara propone che gli operatori economici che ne fanno richiesta possano utilizzare come “parklet” i parcheggi antistanti i loro esercizi a uso gratuito per un periodo di due anni.  In una fase in cui il commercio di prossimità e le altre attività che si fondano sul “contatto sociale fisico” risentono maggiormente degli effetti della pandemia, questa misura consentirebbe loro di affrontare con più fiducia il difficile riavvio. Al contempo la città farebbe un concreto passo avanti verso una concezione del tessuto urbanistico, degli spazi pubblici e delle strade cittadini in linea con quella idea di città vivibile che Coalizione Civica per Pescara persegue dalla sua nascita.

Articoli recenti